Visitare Abano Terme: l’isola pedonale

Visitare Abano Terme: l'isola pedonale -Blog Panoramic Hotel Plaza Abano Terme

Alla scoperta dell’isola pedonale di Abano Terme, centro nevralgico dell’animazione e della vita mondana della città.

Abano Terme, il più importante e antico centro termale d’Europa, sorge in posizione incantevole ai piedi dei Colli Euganei e proprio al centro del Veneto.

Il suo nome deriva dal greco “à ponos” e significa che toglie il dolore. Già nel suo nome quindi troviamo la vera vocazione della città, meta turistica da più di 2000 anni proprio per le sue acque termali.

Il centro cittadino è caratterizzato dal grande e alberato viale delle Terme, vero asse di animazione della città di Abano, ricco di negozi, alberghi e caffè. Nel tratto finale il viale si trasforma in un’ampia isola pedonale, interamente lastricata, cuore della “Abano nuova”, che si estende da Piazza Repubblica ai Giardini del Montirone.

Sorgono qui, sulla piazza centrale, gli storici Grand Hotel Orologio, uno dei primi alberghi di lusso al mondo, oltre che uno dei simboli di Abano Terme, e l’antistante albergo Trieste & Vittoria, sede, durante la Prima Guerra Mondiale (1918), del Comando Supremo Italiano.

Chiuso ormai e purtroppo da una decina di anni, l’Hotel Orologio rimane uno degli edifici più belli della città, oltre che uno dei suoi emblemi.

Si tratta di un complesso che si sviluppa su un’area di circa 46.450 metri quadri e dotato di 165 camere e 13 suite (di cui 4 imperiali). Fu innalzato nel XVIII secolo dai nobili Dondi dell’Orologio ed ampliato nell’800 con l’aggiunta della facciata neoclassica di Giuseppe Jappelli (1825), che sistemò anche il vasto e meraviglioso parco adiacente.

Visitare Abano Terme: l'isola pedonale -Blog Panoramic Hotel Plaza Abano Terme

Il Grand Hotel Orologio è stato, fin da subito, il centro della vita di Abano Terme. Qui si tenevano sfilate di moda, mostre pittoriche e manifestazioni legate alla vita culturale. L’albergo era frequentato dall’élite europea, tra cui spiccavano ricchi ebrei ed emiri arabi.

Attuale proprietario è l’Enpam (Ente Nazionale di Previdenza ed Assistenza Medici) che lo ha messo all’asta.

Di fronte al Grand Hotel Orologio sorge il secolare Hotel Trieste & Victoria, altro edificio di valore storico. Qui il Generale Armando Diaz era solito soggiornarvi in un appartamento del primo piano (è ancora intatta la sua stanza).

Tra le varie testimonianze storico-monumentali presenti nell’isola pedonale di Abano, vi è anche il Colle del Montirone.

Questo piccolo colle, un tempo ricco di sorgenti termali che sgorgavano naturalmente, fu particolarmente caro agli antichi patavini, che in epoca romana lo circondarono di ville e strutture termali. L’ingresso all’antica fonte, dove ancora fino alla seconda metà del Novecento le acque sgorgavano spontaneamente ad una temperatura di 80° C, è annunciato da un colonnato corinzio di inizio Novecento e da una possente colonna dorica sormontata da una coppa avvolta tra le spire di un serpente, progettata da Giuseppe Jappelli nel 1825 in occasione del passaggio dell’Imperatore Francesco I d’Austria.

Visitare Abano Terme: l'isola pedonale -Blog Panoramic Hotel Plaza Abano Terme

Merita una menzione il piccolo oratorio pubblico neoclassico progettato da Domenico Cerato nel 1780 che si trova di fronte al Montirone e che oggi è sede di esposizioni.

Abano Terme viene definita anche come la città giardino per la presenza di parchi, ampi viali, aiuole fiorite e piazze, che invitano gli abitanti locali e i turisti a concedersi una passeggiata rilassante tra edifici storici, negozi esclusivi, bar e gelaterie. Quasi a simbolo della vera ricchezza di Abano Terme, l’acqua termale, numerose fontane arricchiscono le piazze e la stessa zona pedonale, a queste, in tempi recenti, si sono aggiunte alcune suggestive sculture dell’artista contemporanea Rabarama.