I siti UNESCO a Padova e nella provincia

Siti UNESCO a Padova e Provincia - Blog Panoramic Hotel Plaza Abano Terme

Alla scoperta dei siti naturali e culturali UNESCO nella città di Padova e nella sua provincia.

L’UNESCO (Organizzazione delle Nazioni Unite per l’Educazione, la Scienza e la Cultura) è un’agenzia specializzata delle Nazioni Unite, fondata nel 1945 allo scopo di promuovere la pace e la comprensione tra le nazioni tramite l’istruzione, la scienza, la cultura, la comunicazione e l’informazione.

Ponendosi l’obiettivo dell’identificazione, tutela e valorizzazione dei patrimoni culturali e naturali di tutto il mondo, UNESCO ha creato la World Heritage List, ossia la lista dei siti culturali e naturali che costituiscono il Patrimonio dell’Umanità per il loro “eccezionale valore universale”.

Si tratta di aree, siti e luoghi che rappresentano delle peculiarità di particolare importanza da un punto di vista culturale, artistico, archeologico, ambientale o paesaggistico.

Quella di Sito Patrimonio dell’Umanità è la denominazione ufficiale di queste aree secondo la Convenzione sul Patrimonio dell’Umanità adottata dalla Conferenza generale dell’UNESCO il 16 novembre 1972.

Siti UNESCO a Padova e Provincia - Blog Panoramic Hotel Plaza Abano Terme

Con 51 siti inclusi nella World Heritage List, l’Italia si pone in testa a tutti i paesi per numero di riconoscimenti. Tra questi 51, ad oggi sono 5 i contesti insigniti del prestigioso riconoscimento presenti nella provincia di Padova:

  1. L’Orto Botanico dell’Università a Padova, entrato a far parte della Lista nel 1997;
  2. Villa Cornaro a Piombino Dese – parte del sito seriale “La città di Vicenza e le Ville del Palladio nel Veneto”, incluso nel 1994 ed esteso nel 1996;
  3. Villa Pisani-Placco, a Montagnana – anch’essa parte del sito seriale “La città di Vicenza e le Ville del Palladio nel Veneto”;
  4. Le valli lagunari e l’entroterra fino al fiume Brenta a Codevigo – una parte del sito seriale “Venezia e la sua laguna”, iscritto per primo nel 1987;
  5. Laghetto della Costa ad Arquà Petrarca – sito UNESCO dal 2011 e parte del sito seriale transnazionale “Siti palafitticoli preistorici dell’Arco Alpino”

I Siti UNESCO sono diffusi nel territorio provinciale e riferiti ad ambienti e paesaggi fra loro diversi: quello urbano del centro storico della città di Padova; la civiltà di villa nella pianura veneta, ai tempi della Serenissima; gli insediamenti preistorici nei Colli Euganei; dinamiche ecosistemiche, naturali ed antropiche storiche, nella laguna inferiore di Venezia.

Per scoprire queste meraviglie del nostro patrimonio naturale e culturale è stata creata la Rete dei Siti UNESCO presenti nel territorio, con lo scopo di proporre una fruizione d’insieme lungo percorsi tradizionali legati all’elemento acqua, rappresentato da un’estesa rete fluviale e ciclabile, attraversando ambienti e paesaggi storici di pregio.

Si tratta di 4 itinerari che, partendo dalla città di Padova, risalgono le vie d’acqua navigabili e sfruttano i percorsi ciclabili sino ad arrivare alla Laguna di Venezia.

Siti UNESCO a Padova e Provincia - Blog Panoramic Hotel Plaza Abano Terme

I 5 siti in breve

L’Orto Botanico dell’Università a Padova

L’Orto Botanico di Padova, iscritto nella Lista del Patrimonio mondiale dal 1997, fu fondato nel 1545 su delibera del Senato della Repubblica Veneta, ed è il più antico Orto universitario del mondo che abbia conservato nei secoli l’ubicazione originaria (all’interno del centro storico di Padova, tra le grandi basiliche di Sant’Antonio e di Santa Giustina). Il suo carattere eccezionale deriva da un lato dal suo elevato interesse scientifico in termini di sperimentazione, attività didattica e collezionismo botanico, e dall’altra dalla singolarità delle caratteristiche architettoniche, che nei secoli ne hanno fatto un modello per istituzioni analoghe in Italia e nel mondo.

Per maggiori informazioni sull’Orto Botanico e sulle attività ad esso collegate: www.ortobotanicopd.it

Siti UNESCO a Padova e Provincia - Blog Panoramic Hotel Plaza Abano Terme

Villa Cornaro a Piombino Dese

La villa, progettata da Andrea Palladio tra il 1551 e il 1554 su commissione del nobile veneziano Giorgio Cornaro, si sviluppa su due piani a pianta quadrata, con due facciate: una verso la strada, l’altra verso la campagna. Ancora incompleta nel 1582, la villa venne terminata nel 1596, con l’inserimento del loggiato al piano superiore. Ammirevole l’originale distribuzione delle stanze con l’atrio al piano terra e la sala al piano superiore che assolvono al ruolo di collegamento tra le varie stanze dell’edificio, esaltandone così l’ampiezza. Da notare infine le numerose colonne e le candide statue che arricchiscono l’interno assieme ad affreschi settecenteschi con episodi biblici. La villa è considerata uno degli impianti più importanti di Palladio, avendo sviluppato il tema del pronao aggettante, che successivamente si è trasformato nella caratteristica più emblematica dell’architettura palladiana in Europa e negli Stati Uniti d’America.

Per maggiori informazioni sulle ville e sulle attività ad esse collegate: www.vicenza-unesco.com

Siti UNESCO a Padova e Provincia - Blog Panoramic Hotel Plaza Abano Terme

Villa Pisani-Placco, a Montagnana

La villa, progettata da Andrea Palladio e iniziata nel 1552 su commissione del nobile veneziano Francesco Pisani, per la sua prossimità al centro urbano si può definire più un palazzo di città che una delle classiche dimore patrizie della campagna veneta. L’edificio, a pianta quadrata, è costituito da un piano terra (rialzato da alcuni gradini), da un piano nobile e da un sottotetto agibile. L’ingresso si apre direttamente sulla strada ed è affiancato da una coppia di colonne doriche, con soprastante architrave, che tripartiscono il prospetto principale anche ai piani superiori, coronati da un timpano che reca, fra due figure alate femminili, lo stemma di casa Pisani. Il doppio ordine di colonne è presente anche nel prospetto opposto, sul giardino, ma aperto da portico e loggia superiore. All’interno, il salone di ingresso presenta una volta “a botte”, mentre l’accesso al piano superiore è dato da due scale a sezione ellittica. Notevole è la sua collocazione in un contesto urbano e monumentale di primaria importanza quale quello di Montagnana, caratterizzato da una cinta muraria e vallo originali del XIV secolo, un centro storico con edifici risalenti ai secoli dal XIV al XVI, e un impianto urbanistico ancora fedele a quello medioevale-carrarese/rinascimentale-veneziano.

Per maggiori informazioni sulle ville e sulle attività ad esse collegate: www.vicenza-unesco.com

Siti UNESCO a Padova e Provincia - Blog Panoramic Hotel Plaza Abano Terme

Le valli lagunari e l’entroterra

Il Sito, iscritto nella Lista del Patrimonio mondiale dal 1987, si estende nel territorio di due Province. Per la maggior parte in quella di Venezia, interessando 8 Comuni (da nord a sud, Musile di Piave, Quarto d’Altino, Jesolo, Cavallino-Treporti, Venezia, Mira, Campagna Lupia e Chioggia), e in Provincia di Padova con 1 solo comune, l’unico con uno sbocco in laguna: Codevigo. In quest’ultimo, il sito comprende una parte lagunare (Valle Millecampi, dove la Provincia è proprietaria del “Casone delle Sacche”, e del “Casone Millecampi”) e la parte di entroterra, dalla conterminazione lagunare sino al fiume Brenta.

Il Sito presenta unicità e singolarità di valori culturali, costituiti da un patrimonio storico, archeologico, urbano, architettonico, artistico e di tradizioni culturali eccezionale, integrato in un contesto ambientale, naturale e paesaggistico altrettanto eccezionale e straordinario.

In particolare, per la parte lagunare del Sito che rientra nel territorio padovano, in Comune di Codevigo, è possibile ammirare l’Oasi naturalistica “Valle Millecampi” con i suoi casoni storici. La zona, di circa 1608 ettari di estensione, rappresenta uno straordinario esempio dell’ambiente e del paesaggio lagunare con canali periferici d’acqua dolce, specchi d’acqua salmastra, barene e un immediato entroterra di campagna coltivata a cereali e ortaggi.

Per maggiori informazioni sul Sito e sulle attività ad esso collegate: www.veniceandlagoon.net

Siti UNESCO a Padova e Provincia - Blog Panoramic Hotel Plaza Abano Terme

Laghetto della Costa ad Arquà Petrarca

Il Laghetto della Costa, nel Comune di Arquà Petrarca, è la più importante area naturalistico-archeologica dei Colli Euganei. L’origine del lago è infatti molto antica e già in età preistorica il sito risulta frequentato dai primi abitanti dei Colli Euganei. Interessanti ritrovamenti di reperti archeologici testimoniano la presenza di insediamenti palafitticoli risalenti all’Età del Bronzo. Tali reperti sono conservati nelle collezioni del Museo Nazionale Archeologico Nazionale Atestino di Este, dove una parte è anche esposta al pubblico, e nella sezione archeologica dei Musei Civici di Padova.

Per maggiori informazioni sul Lago della Costa e sul parco archeologico delle Terme Euganee: www.aquaepatavinae.it

Siti UNESCO a Padova e Provincia - Blog Panoramic Hotel Plaza Abano Terme

Scarica qui la mappa dei siti UNESCO della Provincia di Padova