Trekking sui Colli Euganei: il sentiero del Monte Ceva

Trekking sui Colli Euganei - Il Sentiero del Monte Ceva - Blog Panoramic Hotel Plaza Abano Terme

Uno dei più bei sentieri dei Colli Euganei conduce alla cima del Monte Ceva, un fantastico belvedere dal quale godersi un giro d’orizzonte davvero spettacolare!

Si respira già da un po’ l’aria di Primavera e i Colli Euganei sono il luogo privilegiato per passeggiate ed escursioni in mezzo alla natura. Tra i numerosi sentieri presenti all’interno del Parco Regionale Colli Euganei, quello del Monte Ceva, detto anche “Sentiero Ferro di Cavallo”, è sicuramente uno dei più interessanti, sia per il suo valore geologico e naturalistico, sia per la magnifica vista che si gode dalla sommità del monte. Un giro d’orizzonte spettacolare, che nelle giornate particolarmente terse si estende addirittura fino alla laguna veneta.

Il Ceva è una collina di 255 metri di altezza, ubicata sul versante orientale degli Euganei, tra i comuni di Battaglia Terme e Montegrotto Terme. La rilevanza del luogo è legata alla sua particolare costituzione geologica, che unitamente al microclima dell’area ha permesso il formarsi di un’oasi naturale di eccezionale valore botanico. Riconosciuto come ZPS (Zona a Protezione Speciale) e inserito tra i SIC (Siti di Importanza Comunitaria) il gruppo del Ceva-Spinefrasse-Croce racchiude un vero scrigno di biodiversità, comprendente oltre 1200 specie di piante, tra cui spiccano alcune varietà rare.

Il Museo della Navigazione Fluviale di Battaglia Terme - Blog Panoramic Hotel Plaza Abano Terme

Il percorso inizia presso il Museo della Navigazione Fluviale, situato nel borgo Ortazzo di Battaglia Terme. Usciti dalla via del museo, si percorre un breve tratto nel centro storico fino a giungere sulla statale 16, che attraversa la cittadina. Svoltando a destra, prima della conca di navigazione, una delle opere idrauliche più importanti del primo Novecento, si passa il ponte e si segue in discesa a destra la nuova strada.

In viale degli Alpini, angolo via Montenovo, troverete una piazzola di sosta. Da lì prendete una stradina bianca, che costeggia un fossato, fino all’imbocco del sentiero contrassegnato dal caratteristico pannello informativo-naturalistico dei sentieri Colli Euganei. Il Sentiero del Monte Ceva è il n° 15.

Il sentiero si addentra pianeggiante, con tratti larghi e spesso rettilinei, nelle antiche proprietà del Castello del Catajo, percorrendo un tracciato a “Ferro di Cavallo” (per via della sua morfologia curvilinea), ai piedi dei monti Ceva, Spinefrasse e Croce.

All’altezza di una delle antiche case coloniche sulla sinistra si incontra la deviazione che porta a risalire il ripido crinale che conduce alla rocciosa cima del monte Ceva. La salita è ripida e un po’ impegnativa per chi non è molto allenato, ma si fa volentieri, dal momento che man mano che si sale, il paesaggio diventa sempre più particolare e vario.

Fino a mezza costa la vegetazione è prevalentemente costituita da corbezzoli, cisti ed erica arborea. Avvicinandosi alla sommità il paesaggio si fa più aspro, con pareti rocciose; si sale costeggiando filoni di rocce latitiche (formatisi nel corso dell’eruzione subacquea), ricoperte da rigogliosi cespi di Agave e di Fico d’India nano (Opuntia compressa), pianta grassa adatta a resistere ai terreni vulcanici e a sbalzi climatici estremi.

Per salire gli ultimi metri prima della vetta occorre inerpicarsi tra le rocce aiutandosi in due brevi tratti con una corda appositamente installata per favorire l’ascesa (motivo per cui consigliamo di indossare abbigliamento consono e scarpe adeguate).

Mappa Sentiero del Monte Ceva - Blog Panoramic Hotel Plaza Abano Terme

Arrivati nei pressi della croce metallica che svetta sulla cima rocciosa del Monte Ceva, lo sguardo viene rapito da un panorama mozzafiato, che spazia a 360° sulle dorsali dei Colli Euganei, sull’area termale di Abano e Montegrotto Terme e sulla pianura circostante. Il belvedere, nonostante la modesta altezza di 255 metri, è un vastissimo giro d’orizzonte dal mare alle prealpi venete.

Ai piedi della croce, sulla punta rocciosa del monte troverete un piccolo capitello dedicato alla Madonna e, se avrete con voi una bussola (potete provare anche con il cellulare), potrete sperimentare il curioso fenomeno dell’inversione del campo magnetico, ovvero una marcata deviazione dell’ago della bussola fino al completo capovolgimento del segnale nord-sud. Ciò è dovuto alla presenza in alcuni punti di minerali ferrosi (magnetite), che presentano un residuo campo magnetico, acquisito durante la formazione dei minerali stessi, ruotato rispetto all’attuale campo magnetico terrestre.

Sulla base della croce di ferro una targa ci ricorda che siamo nel Parco letterario “F. Petrarca” dei Colli Euganei con l’iscrizione del testo de “Le ultime lettere di Jacopo Ortis” di Ugo Foscolo laddove il protagonista parla dei Colli Euganei come del luogo dove rifugiarsi.

Il giro prosegue scendendo lungo i crinali dei Monti Spinefrasse e Croce in un percorso in saliscendi attraverso un bosco termofilo costituito da arbusti di roverello, leccio, orniello con un sottobosco di pungitopo, biancospino, cisto ed il raro Verbasco porporino (Verbascum phoeniceum).

Fico d'India Nano Sentiero del Monte Ceva - Blog Panoramic Hotel Plaza Abano Terme

Arrivati a questo punto è possibile ricongiungersi con il tratto iniziale del “Ferro di Cavallo” prendendo una delle deviazioni che scendono velocemente sul fianco sinistro del Monte Croce, oppure, dopo averne guadagnato la bassa cima, ridiscendendo il ripido tratto che costeggia i ruderi dell’antico Monastero di S. Maria delle Croci per arrivare direttamente all’area di sosta da dove si era partiti.

Da qui per tornare al Museo Fluviale della Navigazione prendete via Galzignana e poi via Petraraca. Oltrepassato lo stabilimento termale La Contea, svoltate a sinistra rientrando nella zona denominata ‘argine dello scajaro’. Qui potrete ammirare il panorama verso Villa Selvatico e Villa Lispida.

Il percorso prosegue costeggiando la ferrovia. Oltrepassato il sottopasso girate a destra e attraversate il centro abitato di Battaglia percorrendo via dei Colli, e poi, svoltando a sinistra via Terme. Sulla destra, al di là del canale, svetta la chiesa di San Giacomo. Attraversate il ponte alla veneziana, detto ‘dei scaini’, presidiato dalla statua di San Giovanni Nepomuceno, protettore contro i pericoli delle acque. Svoltando a sinistra proseguite lungo la statale 16 fino ad incontrare, sulla destra, via Chiodare che riconduce al Museo della Navigazione dove si chiude l’anello.

Note sul Sentiero

Segnavia Sentiero: n. 15
Lunghezza: 8 km
Grado di difficoltà: basso
Dislivello: leggero

Mappa

Sentiero_Monte_Ceva_Mappa_Blog_Panoramic_Hotel_Plaza_Abano_Terme_620

Mappa del Parco Regionale dei Colli Euganei (www.parcocollieuganei.com)

(photo credits collieuganei.it)