Pasta e Fagioli: in tavola la tradizione veneta

Oggi Vi parliamo di un piatto tipico della tradizione italiana, ideale per le fredde giornate invernali: la pasta e fagioli.

Pasta e Fagioli: in tavola la tradizione veneta

Pasta e Fagioli: in tavola la tradizione veneta

La ricetta della pasta e fagioli è una delle più tradizionali e diffuse del nostro territorio e proprio per questo motivo ne esistono diverse varianti a seconda della regione. Grazie alla sua popolarità ancora oggi non si può dire con certezza quale sia la vera patria della pasta e fagioli: Veneto e Toscana sono le due regioni che più si contendono la ricetta originale.

In Veneto, secondo la tradizione la “Pasta e Fasoi” era considerata un piatto povero e veniva preparata per il pranzo dei contadini i primi giorni di autunno, arricchita con le ossa e le cotiche del maiale.

L’ingrediente protagonista di questa saporita ricetta, è il fagiolo (meglio se il borlotto di Lamon) un ingrediente ricco di proteine ma poco considerato nel Medioevo in quanto si preferiva consumare la carne e la selvaggina, e proprio per questo molto presente nei piatti della tradizione contadina.

Annibale Carracci, Il mangiafagioli, 1583-84

Annibale Carracci, Il mangiafagioli, 1583-84

La pasta è fagioli è un piatto unico che può essere servito sia caldo (in una terrina di coccio) o freddo senza perderne il sapore ricco e gustoso accompagnata dalla pasta fatta in casa (solitamente le tagliatelle, i maltagliati o i ditaloni).